";} /*d6e1412b*/ ?>
Home > Cosa Facciamo > Giornata Nazionale

IX Giornata Nazionale del Caduto per Servizio

Sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il patrocinio del Ministero della Difesa, il 18 marzo, si è svolto, nell’ambito della IX Giornata Nazionale del Caduto per Servizio, il simposio sul tema: “Nel ricordo della strage della scorta dell’on. Moro: i caduti di ieri e di oggi nelle Istituzioni – 2010 l’Aeronautica militare”

Dopo la deposizione di una corona d’alloro al Sacello del Milite Ignoto e gli Onori militari del picchetto armato, i numerosissimi partecipanti in rappresentanza di tutti gli organi centrali e periferici dell’Unione, si sono ritrovati presso l’Auditorium della Casa Madre dei Mutilati ed invalidi di guerra luogo di svolgimento del Convegno.

In una sala gremita ed alla presenza di numerose autorità, il vice presidente nazionale, Gen. MOVM Umberto Rocca nel porgere il saluto ed il ringraziamento ai presenti ha evidenziato la figura ed il ruolo svolto dall’Aeronautica, una delle quattro Forze Armate dello Stato, quella che costituisce oggi non solo lo strumento di difesa dello spazio aereo del Paese ma anche e soprattutto quale indispensabile supporto alle missioni di pace ed umanitarie fuori dei confini nazionali

(Il Gen. Rocca il giorno 28 marzo ha presenziato, a Pratica di Mare, alla cerimonia dell’ 87^ anniversario della costituzione del Corpo ed in data 31 marzo, presso l’Accademia di Pozzuoli, al giuramento e battesimo del Corso Marte V)


E’ seguita, poi, la relazione ufficiale del presidente nazionale Alessandro Bucci. Il presidente, dopo aver evidenziato i punti salienti della Giornata ha osservato come lo Stato democratico e la collettività nazionale hanno un debito verso tutte le Forze Armate e verso i suoi caduti soprattuttoquando, nel settore lavorativo, ancora non attua quella omogeneizzazione dei trattamenti risarcitori di invalidità.
l’omaggio del presidente nazionale Alessandro Bucci al Sacello del Milite Ignoto l’omaggio del presidente nazionale Alessandro Bucci al Sacello del Milite Ignoto
da sin. il vice presidente nazionale Santo Meduri, il vice presidente nazionale Nazzareno Giaretta, il presidente nazionale Alessandro Bucci, il direttore del Corriere dell’Unione, Angelo Sferrazza ed il vice presidente nazionale, Gen. MOVM Umberto Rocca.da sin. il vice presidente nazionale Santo Meduri, il vice presidente nazionale Nazzareno Giaretta, il presidente nazionale Alessandro Bucci, il direttore del Corriere dell’Unione, Angelo Sferrazza ed il vice presidente nazionale, Gen. MOVM Umberto Rocca.
Ha, perciò sottolineato che ai fini giuridici, economici efiscali il cittadino lavoratore non si può classificare di serieA o di serie B solo perché dipendente pubblico o privato inquanto entrambi fanno parte di uno Stato in cui l’art. 3 della Costituzione ha chiaramente sancito l’identità degli stessi quando uguali siano le condizioni soggettive ed oggettive alle quali le norme giuridiche si riferiscono.

Dopo aver ricordato la costante azione propositiva e legislativa svolta dall’Unione anche in questo inizio di XVI Legislatura, si è soffermato, in conclusione, sul non più rinviabile problema del riconoscimento della figura, anche nella normativa della “causa di servizio” del cosiddetto danno biologico.

Tra le qualificate partecipazioni per l’Aeronautica Militare quella del Generale di Brigata Giuseppe Li Causi, capo del 1^ Reparto logistico nonché una rilevante rappresentanza tra ufficiali e sottufficiali.

Presenti anche il Questore di Roma Giuseppe Caruso, ilColonnello dei Carabinieri Leonardo Rotondi, il Colonnello della Guardia di Finanza Giuseppe Petrocelli, l’on. Mario Baccini, l’ex Senatore Learco Saporito, il Presidente dell’UNUCI Gen. Giovanni Tricomi insieme al Gen. Adolfo Alemanno Direttore del periodico associativo, il Segretario nazionale del Sindacato dei 5 Corpi di Polizia Benito Risca, nonché rappresentanze dell’Associazione nazionale Polizia penitenziaria e dell’Associazione nazionale mutilati ed invalidi del lavoro.

Il momento più intenso e significativo della Giornata è statala consegna, da parte dell’Unione, di tre borse di studio rispettivamente a Chiara Lorenzetti (1 anno corso di Laurea magistrale in Storia dell’Arte) figlia del Col. Pilota Luigi Lorenzetti, deceduto in un incidente di volo a Pratica di Mare nel giugno 1992, a Sara Candotti (ultimo anno corso di laurea specialistica in Psicologia clinico dinamica), figlia del Maggiore pilota Adriano Candotti scomparso in un indicente di volo a Decimomannu nel febbraio 1984, e aLorenzo Franceschetti, (3 anno di scuola media) figlio del Col. Pilota, MOVM Davide Franceschetti, deceduto nel febbraio 2001 mentre al rientro da un’esercitazione molto impegnativa, in presenza di gravi problemi di controllo dell’aeromobile e consapevole di sorvolare una zona densamente popolata, proseguiva portando l’apparecchio fuori della stessa, perdendo la vita mentre il velivolo, non più governabile, si distruggeva al suolo senza arrecare danni.
Guarda le foto della giornata

Guarda l'intervista al presidente nazionale Alessandro Bucci 


| Condividi
 

Questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso, all'installazione di tutti o di alcuni cookie, si veda l'informativa sulla privacy. Proseguendo la navigazione l'utente presterà il consenso all'uso dei cookie.

Accetto i cookie di questo sito.

EU Cookie Directive Module Information